Euforbia

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Euforbia

L'Euforbia una pianta erbacea perenne dal portamento eretto. Il suo nome deriva dal medico Euphorbos, poiché egli fu il primo ad utilizzare la pianta in campo medico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I fiori dell' Euforbia in genere sono di colore verde, ma si distinguono a distanza a causa del loro cuore verde-acido; sono ombrelliformi e fioriscono da aprile a giugno

Le Euforbie hanno un fiore altamente specializzato, "chazo", composto da un fiore femminile centrale, dotato di pistillo, circondato da cinque o più gruppi di fiori maschili. L' insieme dei fiori è avvolto da "brattee" che formano un ricettacolo a coppa. Il fiore centrale si sviluppa prima dei fiori maschili che lo circondano. Le ghiandole del chazo generalmente producono nettare e l'impollinazione prevalentemente attraverso gli insetti.

Moltiplicazione: si può procedere per talea, al termine della fioritura; oppure per seme durante la stagione autunnale;

Foglie: hanno un colore che va dal verde al rossiccio; sono lanceolate e di circa sette centimetri.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Nome scientifico: Euphorbia

Famiglia: Euphorbiacea

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L' Euforbia è generalmente diffusa nel bacino del Mediterraneo fino alle coste della Spagna e all’Egeo. Presente anche in Italia. Questa tipologia di piante può amare i terreni aridi ed asciutti ma calcarei, dove ha una larga diffusione, fino ad una quota di 700 metri o, al contrario, ricchi di umidità. preferisce luoghi luminosi, soleggiati per gran parte della giornata, ma ombreggiati nelle ore più calde.

Farfalla su euforbia

Uso[modifica | modifica wikitesto]

E'una pianta velenosa, tuttavia i medici usano la sostanza lattiginosa per curare le verruche senza lasciare segni e cicatrice alcuna.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Euphorbia comprende oltre 2000 specie. Alcune specie Clima temperato Euphorbia dulcis, Euphorbia dendroides, Euphorbia myrsintes, Euphorbia bivonae, Euphorbia characias Clima tropicale Euphorbia pulcherrima, Euphorbia milii, Euphorbia stenoclada, Euphorbia flanaganii, Euphorbia virosa

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Le specie di Euforbia molto comuni nei nostri giardini sono l' Euforbia arborea e l' Euforbia spina di Cristo. La prima è una pianta che cresce rigogliosa in cespugli verdi inverno e più secchi e "scheletrici" in estate con piccoli fiori gialli che fioriscono tra aprile e giugno. La seconda è una deliziosa pianta grassa, perfetta anche per la coltivazione in appartamento, caratterizzata da tronchi legnosi e pieni di grosse spine sormontati da ciuffi verdi di foglie e da piccoli fiori rosso ciliegia. Se strappiamo queste piante dobbiamo fare attenzione alla sostanza lattiginosa e collosa che viene prodotta: al contatto con la pelle brucia ed irrita. In passato, era usato per togliere calli e verruche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Informazioni raccolte durante l'uscita con l'esperta Giovanna Maia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le mie ricerche Scienze Deagostini;
  • Le scienze dell' uomo di Claudio Gori Giorgi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]