Elezioni regionali italiane del 2019

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Elezioni regionali del 2019
Stato Flag of Italy.svg Italia (regionali)
Regioni Abruzzo, Basilicata, Piemonte, Sardegna, Umbria
Data 10 febbraio-27 ottobre
Coalizione centro-destra centro-sinstra
Seggi
12 / 21
7 / 21
Differenza seggi Green Arrow Up.svg 5[1] Red Arrow Down.svg 5[1]
Left arrow.svg 2018 2020 Right arrow.svg

Le elezioni regionali italiane del 2019 si sono tenute in 5 regioni italiane:

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Risultati delle elezioni regionali italiane del 2019
Italian Regions Party 2019.svg
Winning Coalitions in Italian Regions.svg
Mappa dei vari partiti espressione dei presidenti di regione
Mappa delle coalizioni vincenti
Regione Data Candidati Presidente uscente Fonte
CDX CSX M5S Altri
Regione-Abruzzo-Stemma.svg
Abruzzo
10 febbraio
Marco Marsilio (FdI) 48,03% Giovanni Legnini (Ind.) 31,29% Sara Marcozzi 20,20% Stefano Flajani (CPI) 0,48% Giovanni Lolli (PD)
ad interim[2]
[3]
Sardegna-Stemma.svg
Sardegna
24 febbraio
Christian Solinas (PSd'Az) 47,74% Massimo Zedda (Ind.) 33,00% Francesco Desogus 11,20% Altri candidati 8,06% Francesco Pigliaru (PD)
[4]
Regione-Basilicata-Stemma.svg
Basilicata
24 marzo
Vito Bardi (Ind.) 42,20% Carlo Trerotola (Ind.) 33,11% Antonio Mattia 20,32% Valerio Tramutoli (Pos) 4,37% Flavia Franconi (PD)
ad interim[2]
[5]
Regione-Piemonte-Stemma.svg
Piemonte
26 maggio
Alberto Cirio (FI) 49,86% Sergio Chiamparino (PD) 35,80% Giorgio Bertola 13,61% Valter Boero (PdF) 0,73% Sergio Chiamparino (PD)
[6]
Regione-Umbria-Stemma.svg
Umbria
27 ottobre
Donatella Tesei (Lega) 57,55% Vincenzo Bianconi (Ind.) 37,48% Altri candidati 4,97% Fabio Paparelli (PD)
ad interim[2]
[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]