Elettromagnetismo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo voce è una bozza sull'argomento "elettromagnetismo", modificalo

Per elettromagnetismo si intende il settore della fisica che studia l'interazione tra fenomeni elettrici e fenomeni magnetici[1]. L'elettricità e il magnetismo sono due fenomeni strettamente collegati, questo lo confermarono due scienziati: Christian Oersted e Michael Faraday nel 1800.

La teoria di Oersted[modifica | modifica wikitesto]

Oersted disse che il passaggio di corrente elettrica in un conduttore genera un campo magnetico.

Esperimento[modifica | modifica wikitesto]

Materiale:

  • pila;
  • filo conduttore;
  • bussola;

Descrizione:

  1. Prendo la pila e il filo conduttore. Avvicino il filo alla bussola e osservo.
  2. Prendo la pila le appoggio i capi del filo conduttore, uno sopra e uno sotto, avvicino il filo alla bussola e osservo.

Osservazione:

  1. Nel primo caso non succede niente.
  2. Nel secondo caso l'ago della bussola si muove.

Conclusione:

  1. Nel primo caso il circuito è aperto e quindi non passa corrente.
  2. Nel secondo caso il circuito è chiuso, passa corrente e si crea il campo magnetico. Quando avvicino il filo conduttore alla bussola, l'ago che si trovava sul N-S si posiziona perpendicolarmente al filo.[2]

Elettrocalamita[modifica | modifica wikitesto]

E' un filo conduttore avvolto a spirale (solenoide) in cui passa corrente elettrica avvolto attorno ad una barra di ferro.

Utilizzi(1800)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Telegrafo;
  2. Telefono;
  3. Campanello elettrico;
  4. Macchine per la separazione dei rifiuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Elettromagnetismo - treccani.it
  2. Da una lezione di scienze della prof. Malpaga, istituto comprensivo Ledro

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]