Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Cromo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale
Cromo
Aspetto dell'elemento
Cromo allo stato solido
Dati fisico/chimici
Vanadio ← Cromo → Manganese
Numero atomico 24
Simbolo Cr
Temperatura di fusione 1 860 °C
Temperatura di ebollizione 2 672 °C
Anno della scoperta 1797
Scopritore Nicolas-Louis Vauquelin


Il Cromo è un elemento chimico avente un numero atomico pari a 24 e peso atomico di circa 51,9961. Il simbolo del cromo è Cr.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il cromo fu scoperto da Louis-Nicholas in Francia nel 1797 nel minerale crocoite (). Nel 1822 cominciò lo sviluppo dei composti del cromo nella produzione di pigmenti coloranti, ossidanti, concianti. Nel 1865 cominciò a diffondersi il suo uso nelle leghe metalliche, già sperimentato da Faraday nel 1821.

Disponibilità[modifica | modifica wikitesto]

Produzione mondiale di cromo nel 2002

Il cromo si estrae sotto forma di cromite ().

Circa metà della cromite estratta nel mondo viene dal Sudafrica. Altri produttori importanti sono il Kazakistan, l'India e la Turchia.

Esistono molti giacimenti non ancora sfruttati di cromite, ma sono quasi tutti in Kazakistan e in Sudafrica.

La produzione annua nel 2000 è stata di circa 15 milioni di tonnellate, convertita quasi tutta in 40 milioni di tonnellate di lega ferro-cromo con un valore approssimativo di mercato di 2 miliardi di euro.

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzi del cromo e dei suoi composti:

  • In metallurgia, per conferire resistenza alla corrosione ed una finitura lucida:
  • Come costituente per leghe resistenti al calore, come nell'acciaio inox, nelle leghe per resistenze elettriche.
  • Per la cromatura,
  • Per smalti e vernici.
  • L'ossido di cromo è un lucidante per metalli
  • I sali di cromo colorano il vetro di verde smeraldo.
  • Il cromo è responsabile del colore rosso dei rubini, ed è usato nella produzione di rubini sintetici. Come catalizzatore.
  • La cromite si usa per fare impasti per la cottura dei mattoni.
  • Sali di cromo si usano nella conciatura del cuoio.
  • Il dicromato di potassio è un reagente chimico ed è anche un agente titolante. Si usa anche come mordenzante per tinture per stoffa.
  • La miscela cromica è usata nella pulitura della vetreria di laboratorio.
  • L'ossido di cromo si usa per fabbricare nastri magnetici: grazie alla maggiore coercitività rispetto al ferro, i nastri al cromo offrono prestazioni superiori.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Questo è uno dei 22 racconti