Costiera amalfitana

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

La Costiera amalfitana è un tratto di costa italiana nota nel mondo per la bellezza paesaggistica, al punto da ricevere il titolo di Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO.

Situata in Campania e per la precisione in provincia di Salerno, è delimitata dai comuni di Positano e Vietri sul Mare.

L'intera area è famosa per la bellezza paesaggistica, per il mare e la sua costa, per la coltivazione del celebre limone di Amalfi e assieme alle vicine aree di Sorrento e Capri per la produzione del limoncello, liquore a base di limoni.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Un tratto di costiera amalfitana: il comune di Amalfi

Collocata nella parte centro-settentrionale della provincia di Salerno, confina a nord con la penisola sorrentina, ad est con Salerno, e a Sud-Ovest col mar Tirreno. I comuni che appartengono alla costiera amalfitana sono: Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare.

Un comune appartenente alla penisola da cui nasce la costiera amalfitana è Agerola, località attualmente napoletana, un tempo parte della Repubblica Amalfitana prima e del Principato di Salerno in seguito, prima di entrare a far parte dell'orbita amministrativa partenopea per volere, a suo tempo del Re di Napoli.

Prodotti tipici[modifica | modifica wikitesto]

Sull'area amalfitana si coltiva il famoso limone di Amalfi IGP (ad Indicazione Geografica Protetta) e grazie ai limoni si produce il celebre liquore del limoncello. Inoltre Vietri sul Mare è famoso per l'antica arte della lavorazione della ceramica, e Cetara per le alici che vengono pescate nel suo mare.