Civiltà Romana

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "storia", modificalo
S.P.Q.R cioè Senatus Populus que Romanus

La Civiltà Romana è una civilizzazione fondata dal popolo indo-europeo dei Romani.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La civiltà romana ebbe sviluppo alla seconda metà del I° secolo a.C. Da qui nasce la Repubblica Romana che la prima capitale dell'impero fu fondata dal Re Romolo, colui che fondò la città antica di Roma.

Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Il termine deriva dal latino res publica, significa cosa pubblica, cioè ogni cittadino aveva dei diritti. Infatti con la Repubblica furono create le prime leggi per i cittadini, i diritti.

Esistevano anche dei diritti per i schiavi che venivano dati una classe sociale i libertus, cioè dei liberti, che erano schiavi con un limite alla libertà. Spesso erano di origine greca.

Monarchia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della Repubblica si ebbe la nascita della monarchia.

Appartenevano alla classe nobiliare i patrizi e i cavalieri, che erano degli ordini politici.

Classe sociale[modifica | modifica wikitesto]

Nella civiltà romana esistevano quattro classi sociali.

  • Patrizi coloro che erano ricchi proprietari di terra.
  • Cavalieri fin da giovani erano dei cavalieri o soldati di carriera nominati di fiducia dal capo tribù. In latino erano chiamati princeps, cioè principe.
  • Plebei erano della gente povera, cittadini dell'Antica Roma.
  • Schiavi erano dei prigionieri o soldati catturati in guerra che venivano spesso venduti per debiti.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

La lingua della Civiltà Romana è il latino che ha dato nascita a un gruppo di lingue (le lingue romane che sono derivate per la grande parte dal latino volgare: il francese, lo spagnolo, l'italiano o ancore il portoghese.

I scrittori Romani sono stati particolarmente prolifici. Possiamo citare Cicerone, Ovidio, Virgilio, Orazio, Seneca, Tacito, Plinio il Giovane

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La religione dei romani era il paganesismo, cioè si adorava gli dèi.

Ogni Dio era adorato per una natura.

Per esempio, Giove era il Dio della Guerra, Diana era per la bellezza, Minerva era per la spaienza e l'intelligenza.

Spesso erano di tipo greco, perchè all'epoca l'Europa era sotto due potenze: Antica Roma ed Antoica Grecia. I Romani adoravano anche dei dei stranieri(comme Iside, Mithra o ancore Amon), il culto di Mithra si era diffuso con i soldati rivenuti dalla Persia dove era adorato.