Cipresso

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale
Un cipresso

Il cipresso è un genere di piante della famiglia Cupressaceae. Il Portamento è Arboreo. La pianta può raggiungere i 20 - 25 metri di altezza. Il tronco è dritto e slanciato; la chioma è compatta e colonnare di colore verde scuro. Il legno è privo di resina, ha una corteccia grigiastra con durame e alburno giallastri. Le foglie sono squamiformi, verde scuro, triangolari, lunghe fino ad un millimetro, opposte e con un’aroma di incenso se strofinate. I Fiori Maschili sono infiorescenze ovoidali e gialle mentre quelli Femminili sono globosi e grigio verdi. Fioritura da fine inverno inizio primavera. I frutti del cipresso sono Galbuli solitari o riuniti i gruppetti, tondeggianti e legnosi. L'apparato radicale è Inizialmente fittonante poi si espande in profondità o in superficie a seconda del tipo di terreno .

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Sempreverdi. Famiglia Cupressaceéra

Nome scientifico[modifica | modifica wikitesto]

Cupressus sempervirens.

Nome dialettale[modifica | modifica wikitesto]

Dialetto Trentino:"Cipress"

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

È una tipica pianta mediterranea. Vive a basse quote su pendii collinari. Per vivere richiede un terreno povero anche sassoso.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il legno è impiegato per lavori di tornio. Per il suo odore aromatico tiene lontane le tarme. Dai rametti si estrae un olio utile per curare il raffreddore. Utilizzata nei cimiteri. Veniva usato per costruire gli aerei.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Intervista al Custode Forestale Andrea Serafini

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]