Carlo Cattaneo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Carlo Cattaneo

Matania Edoardo - Ritratto giovanile di Carlo Cattaneo - xilografia - 1887.jpg
Ritratto di Carlo Cattaneo eseguito da Edoardo Matania, del 1887.

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Carlo
Cattaneo
M
Milano
15 giugno 1801
Lugano
6 febbraio 1869
politico, economista

Carlo Cattaneo (Milano, 1801 - Lugano, 1869) è stato un politico ed economista italiano[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Organizzatore delle cinque giornate di Milano[2], è ritenuto il fondatore del federalismo italiano[3].

Idea politica[modifica | modifica wikitesto]

Cattaneo sosteneva che l'Italia doveva essere una federazione di popoli fratelli[4], che avrebbero ceduto al Governo Federale solamente le competenze di difesa e politica estera.

Organizzò le cinque giornate di Milano[5], in cui il popolo milanese si ribellò al governo austriaco, ma non era a favore di un intervento del Regno di Sardegna, che riteneva antidemocratico e arretrato rispetto alla Lombardia[6]. Alla fine, visto l'arrivo dei piemontesi e il ritorno degli austriaci, decise di andare a vivere in Svizzera[7], a Lugano, dove partecipò attivamente alla vita politica e della comunità.

Dal punto di vista linguistico Cattaneo, noto per il suo apprezzamento del dialetto milanese[8], riteneva giusta l'unità linguistica[9], ma anche il mantenimento delle lingue regionali, viste come elementi di cultura italiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]