Capillarità

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

La capillarità è una proprietà dei liquidi. Il fenomeno della capillarità si può osservare in tubicini di vetro di piccolo diametro, (tubi capillari) nei tubi di diametro maggiore l'acqua rimane allo stesso livello mentre nei tubi di diametro minore l'acqua sale verso l'alto.

Capillaryaction

Esperimenti[modifica | modifica wikitesto]

Un esperimento per capire meglio cos'è il fenomeno della capillarità è: unire due vetrini da un lato con un elastico e dall'altra parte inserire un chiodo o uno spillino e immergere la struttura in una miscela di acqua e inchiostro. Da questo esperimento possiamo osservare che dalla parte dove i vetrini sono uniti dall elastico il livello è salito di più che dove c'era lo spillino.Questo perchè secondo il fenomeno della capillarità meno è lo spazio fra i 2 vetrini più salirà il livello.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Anche nei vegetali c'è questo fenomeno che utilizzano per portare i liquidi dalle radici alle foglie durante la fotosintesi clorofilliana.[[File:Drosera

Drosera capillaris flower

La capillarità nelle piante avviene attraverso le radici quando assorbono la linfa grezza più il conduttore è sottile più velocemente riuscirà ad arrivare alle foglie e a tutto l'albero.

La capillarità è presente anche nel corpo umano. Perché noi abbiamo delle vene chiamate appunto capillari che sono molto più fine delle normali vene perciò fanno arrivare più velocemente il sangue alle zone più periferiche del nostro corpo.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Scienze - Fisica e chimica, Luigi Leopardi - Francesca Bolognani - Chiara Cateni - Massimo Temporelli, Focus - Garzanti Scuola, 2014


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]