Cane

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Un cane, al Passo dello Stelvio.

Il cane (Canis lupus familiaris Linneaus, 1758) è un mammifero carnivoro appartenente al genere Canis (famiglia canidi).

L'uomo ed il cane sono legati da almeno 30.000 anni. Alcuni ricercatori sono riusciti a datare un cranio di cane rinvenuto in una caverna sui monti Altai in Siberia.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il peso di un cane può variare da 700 g ai 111 kg.

Il periodo di gestazione per tutte le razze è di circa 62 giorni. Vengono alla luce da 1 a 10 piccoli.

Principale caratteristica distintiva del cane è il senso dell'olfatto, dovuto alla sua innata attività di cacciatore.

Tutte le razze canine hanno una spiccata predisposizione al comportamento giocoso e socievole durante tutta la loro esistenza, caratteristiche che nel lupo (loro progenitore), in parte scompaiono nell'età adulta.

Il cane è generalmente onnivoro.

L'olfatto del cane[modifica | modifica wikitesto]

L'olfatto del cane è molto sviluppato.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La parola "cane" deriva dalla parola del latino "canis". Il prefisso cino- (usato in molti termini composti,come cinofila) deriva dal greco kyon/ kynòs(kùwv,kuvòç,ò); questa radice è comune a tutte le lingue indoeuropee tra cui il sanscrito parlato in Nepal, India, Bangladesh, e altre aree dell'Asia del sud, e anche il vedico parlato in India.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel tempo, l'uomo ha selezionato diverse razze e varietà di cani, per avere aiuto nelle sue attività: esistono quindi razze di cani da pastore tedesco, da caccia, da guardia, da compagnia, da corsa e altre.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]