Baco da seta

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il baco da seta, nome scientifico Bombyx Mori, è un insetto che si nutre delle foglie del gelso. Fa parte della famiglia dei Lepidotteri (falene) e in passato anche in Europa veniva utilizzato per la produzione della seta.

Falena

Ciclo vitale[modifica | modifica wikitesto]

L’insetto adulto depone le uova da cui nasceranno le larve che misurano circa 2-3 mm di lunghezza. Le larve dei bachi appena escono dalle uova hanno un notevole appetito e mangiano ininterrottamente giorno e notte e fermandosi solo dopo una muta (quindi 4 volte in tutta la loro vita). Per questo motivo le larve crescono rapidamente. La vita della larva può essere suddivisa in 4 mute e 5 età in questa successione:

larve del baco da seta
età Durata età Muta alla fine dell'età
Prima età 5 giorni Prima muta
Seconda età 4 giorni Seconda muta
Terza età 5 giorni Terza muta
Quarta età 6 giorni Quarta muta
Quinta età 8-10 giorni Formazione del bozzolo

La vita della larva dura circa un mese. Durante la quinta età il corpo del baco diventa giallastro; in quel momento è pronto per avvolgersi nel bozzolo di seta. Prima però il baco deve liberarsi di tutti i liquidi in eccesso, iniziando la fase detta della “purga”. Dopodichè il baco si arrampica lungo i rametti messi a disposizione dall’allevatore e inizia a tessere il bozzolo.

Bozzoli del baco da seta
Bozzoli del baco da seta

Produzione del filo[modifica | modifica wikitesto]

Il filo è prodotto da due ghiandole parallele che si trovano all'interno del corpo del baco. E’ il prodotto della sintesi chimica di alcune proteine. Quando le ghiandole sono piene il bruco espelle il filo attraverso due aperture che si trovano ai lati della bocca (sitteri). La bava che esce solidifica a contatto con l’aria e il bruco, facendo dei movimenti a forma di otto con la testa, inizia a costruire il bozzolo.

Il bozzolo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 3-4 giorni di lavoro il bozzolo è pronto ed è formato da un filo unico che può misurare da 300 a 900 metri. Mentre è all’interno del bozzolo il baco si trasforma prima in crisalide e infine in falena. Per uscire dal bozzolo la falena deve bucarlo emettendo un liquido che rovina il filo rendendolo inutilizzabile per l’utilizzo nel campo della filatura della seta. Per questo motivo gli allevatori uccidono le crisalidi in essiccatoi o le gettano nell’acqua bollente. Alcuni bozzoli vengono risparmiati per permettere la riproduzione del baco.

Selezione della specie[modifica | modifica wikitesto]

A causa della selezione fatta dall’uomo durante i secoli, questo insetto ha subito delle mutazioni genetiche per cui da adulto (falena) non riesce a vivere a lungo. Infatti non riesce a volare, a cibarsi e a mimetizzarsi, diventando una facile bersaglio per i predatori.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]