Assimilazione

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

L'assimilazione è il processo che avviene subito dopo la digestione delle sostanze nutritive, più precisamente dopo il processo di assorbimento dei cibi. Le sostanze digerite dagli enzimi digestivi vengono assorbite dai villi intestinali e trasportate dal sangue al fegato e poi nelle cellule del corpo, dove vengono assimilate. Il processo di assimilazione è un processo fondamentale perché le sostanze possono essere utilizzate dall'organismo.

Assimilazione delle proteine o protidi[modifica | modifica wikitesto]

Gli aminoacidi separati dagli enzimi digestivi pepsina (fegato) e tripsina (intestino) vengono assimilati e così formano le proteine.

Assimilazione dei grassi o lipidi[modifica | modifica wikitesto]

Gli acidi grassi e le molecole di glicerina separati dall'enzima digestivo chiamato lipasi pancreatica (intestino) vengono assimilati e così formano le molecole di grassi.

Assimilazione del glucosio[modifica | modifica wikitesto]

Il glucosio digerito dalla ptialina (bocca) e dall' amilasi (intestino) viene consumato per produrre energia. L'assimilazione del glucosio è molto importante perché esso deve essere sempre presente nel sangue ma in quantità moderata.

Gli enzimi digestivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli enzimi digestivi sono proteine prodotte nelle cellule vegetali e animali che operano combinandosi con delle sostanze per trasformarle in altre. Gli enzimi sono presenti in diverse parti del corpo con nomi diversi. Essi quindi sono quelle sostanze che "demoliscono" i cibi, formando così la digestione chimica.