Apparato locomotore

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

L'apparato locomotore costituisce la struttura portante dei vertebrati e permette loro il movimento. Tale apparato è costituito da due componenti che funzionano in stretta correlazione: uno attivo, il sistema muscolare, e uno passivo, il sistema scheletrico. Sistema osseo

Sistema Osseo[modifica | modifica wikitesto]

Lo scheletro umano, alla nascita, presenta circa 270 ossa, da adulti alcune ossa si uniscono tra loro formando un unico osso e quindi si riducono a 206 ossa legate tra loro e circa 68 articolazioni. In un individuo adulto il sistema scheletrico e si può distinguere in due parti: lo scheletro assile formato dal cranio e dalla colonna vertebrale e lo scheletro appendicolare, formato da arto superiore e arto inferiore e dai cingoli che fungono da punto di unione dei due (cingolo scapolare e cingolo pelvico).

A seconda della forma si possono distinguere tre tipi di ossa:

-ossa lunghe: sono quelle in cui la lunghezza prevale sulla larghezza e sullo spessore; sono formate da una parte centrale detta diafisi e da due estremità dette epifisi (come ad esempio costole e femore);

-ossa corte: sono quelle in cui la larghezza e lo spessore sono più o meno uguali (come ad esempio le ossa della mano, del piede e le vertebre);

-ossa piatte: sono quelle dove la larghezza prevale sulla lunghezza e sullo spessore (come ad esempio le ossa del cranio, scapola e del bacino);

Sistema muscolare[modifica | modifica wikitesto]

Nell'apparato locomotore oltre alle ossa troviamo anche i muscoli, che sono la parte attiva dello stesso. I muscoli volontari, che nel corpo umano sono circa 600, si dividono a seconda dell'azione che determinano, in:

-flessori: fanno flettere un osso su un'altra parte;

-estensori: fanno estendere un osso rispetto ad un altro;

-evatori: fanno alzare un osso;

-abbassatori: fanno abbassare un osso;-pronatori: permettono il movimento di pronazione, ovvero la rotazione verso il basso (ad esempio della mano);

-supinatori: permettono il movimento di supinazione, contraria alla pronazione, di rotazione verso l'alto;

-abduttori: permettono l'abduzione, ovvero il movimento di allontanamento dalla linea mediana.

-adduttori: permettono l'adduzione, ovvero il movimento di avvicinamento alla linea mediana.

-mimici (o facciali): permettono l'espressione del volto e tutti i movimenti legati alla faccia.