Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Angeli (Neon Genesis Evangelion)

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Gli angeli (in giapponese: 使徒, shito, letteralmente "apostoli", termine adottato nel doppiagio di Gualtiero Cannarsi) sono entità immaginarie in Neon Genesis Evangelion, e nel manga omonimo di Yoshiyuki Sadamoto.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo degli angeli.

Gli angeli hanno tutti un nucleo, una sfera rossa. Se il loro nucleo viene distrutto, muoiono.

Neon Genesis Evangelion[modifica | modifica wikitesto]

Adam[modifica | modifica wikitesto]

Disegno di Adam Qadmon e dell'Albero della Vita con le dodici Sephiroth.

Adam (in giapponese: アダム, Adamu; in ebraico: אָדָם, âdm) è il primo angelo e il primo abitante della Terra nell'universo di Neon Genesis Evangelion arrivato sul pianeta durante il First Impact grazie alla Luna Bianca, con la missione di popolare la Terra grazie alla sua progenie, gli angeli. Il suo nome deriva da Adam Qadmon, il primo essere umano secondo l'ebraismo, il cristianesimo e l'Islam. Tutti gli Eva, tranne l'Eva-01 che è stato creato dal DNA di Lilith, sono stati creati dal DNA di Adam. Questo rappresenta il passaggio biblico e coranico della nascita di Eva, nata dalla costola di Adamo. È alta 40 metri e 5 metri nella sua fase embrionale.

Lilith[modifica | modifica wikitesto]

Lilith (in giapponese: リス, Ririsu; in ebraico: לִילִית, Lîlît) è il secondo angelo e abitante della Terra, arrivato per errore grazie alla "luna nera", che causò un evento chiamato "Second Impact", che generò diversi pezzi di detriti che poi formarono la Luna. Lilith ha iniziato a produrre il brodo primordiale da cui sono nate tutte le forme di vita sulla Terra, compresi gli esseri umani. In Neon Genesis Evangelion, gli esseri umani, gli animali e tutte le altre forme di vita sono semplicemente gli abitanti illegittimi della Terra, poiché originariamente doveva essere popolata dalla progenie di Adamo, gli angeli. Nelle scritture rabbiniche, è scritto che Lilith fu la prima moglie di Adamo e dall'unione dei due nacquero demoni e spiriti. Quindi gli esseri umani rappresentano i demoni. Così, la lotta tra gli esseri umani e gli angeli può essere definita come una battaglia tra demoni e angeli. Lilith è raffigurata con una maschera a sette occhi, come Yahvé, e le sue mani sono inchiodate a un crocifisso e nel suo petto ha la lancia del destino. È alto 40 metri quando è crocifissa e durante il Third Impact, quando si unisce con Adam e Rei Ayanami è alto 300 chilometri.

Sachiel[modifica | modifica wikitesto]

Un cosplay di Sachiel.

Sachiel (giapponese: サキエル, Sakieru; in ebraico: צָדְקִיאֵל, tśdqjâl) è il terzo angelo e il primo ad attaccare Neo-Tokyo 3. Il suo nome significa "armatura di Dio" ed indatti ha un'armatura ossea. Per i cristiani, Sachiel è un arcangelo dell'ordine dei cherubini. Come i Cherubini, che brandiscono spade di fuoco, Sachiel ha due lame di energia con le quali riesce a perforare il cranio dell'unità-01 nel suo primo combattimento. Una setta religiosa lo considerava l'angelo dell'acqua, ed è per questo che è arrivato a Neo Tokyo 3 dal mare. È alto 40 metri.

Shamshel[modifica | modifica wikitesto]

Shamshel (in giapponese: シャムシェル, Shamusheru; in ebraico: שִׁמשִׁיאֵל, Šamšî'el) è il quarto angelo. Il suo nome significa "conquistatore solitario di Dio" e simboleggia l'angelo del mezzogiorno, ma è anche un adattamento di Shamshiel che in ebraico significa "luce del giorno" o "potente sole di Dio". Come Sachiel, appartiene all'ordine dei Cherubini, e l'angelo in questione è dotato di due fruste energetiche, che si riferiscono alle spade di fuoco dei Cherubini. La forma di Shamshiel assomiglia a quella di un insetto cilindrico, con una grande testa e due occhi. Shamshiel viene sconfitto dall'Eva-01 pilotato da Shinji Ikari, grazie al Progressive Knife contro il nucleo dell'angelo. In seguito, l'elemento S² sarà estratto dall'angelo e inserito nell'Unità-04 per dargli energia illimitata senza un cavo di alimentazione. È alto 40 metri.

Ramiel[modifica | modifica wikitesto]

La forma di Ramiel.

Ramiel (in giapponese: ラミエル, Ramieru; in ebraico vרעמיאל, Râmîêl) è il quinto angelo. Il suo nome significa "tuono di Dio" e simboleggia appunto l'angelo del tuono.

Ramiel ha la forma di un ottaedro blu regolare (le facce sono triangoli equilateri), leggermente traslucido, che galleggia liberamente nell'aria. Questo Angelo è molto grande, molto più grande degli altri due che lo hanno preceduto, anche se rimane abbastanza difficile da valutare. Il suo nucleo è invisibile, probabilmente situato all'interno dell'Angelo.

Attraverso una delle sue quattro punte laterali, può emettere un raggio di energia molto potente, sufficiente a incenerire immediatamente un edificio o a penetrare l'armatura di un Evangelion.

Questo angelo ha usato questo trapano per sfondare il pavimento di Neo Tokyo-3, superando le 22 lastre metalliche blindate che separavano la superficie dal Geofront, per raggiungere Lilith e liberarla. Ramiel è uno degli angeli più potenti dell'anime, anche se è completamente passivo e attacca solo se infastidito. Viene abbattuto dall'Eva-01 pilotato da Shinji Ikari. È alto 424 metri.

Gaghiel[modifica | modifica wikitesto]

Gaghiel (in giapponese: ガギエル, Gagieru; in ebraico: גגיאל) è il sesto angelo. Il suo nome significa "bestia ruggente di Dio" e simboleggia l'angelo pesce, infatti la sua forma ricorda un grande pesce ed è particolarmente adatto al combattimento subacqueo. Gaghiel attacca le forze dell'ONU a causa dell'embrione di Adam che Ryōji Kaji stava portando in una valigetta. Viene sconfitto dall'Eva-02 pilotato contemporaneamente da Shinji Ikari e Asuka Sōryū Langley. Durante tutto il combattimento, Gaghiel non attiva l'A.T. Field. Per questo, viene abbattuto da due navi da guerra lanciate alla sua bocca, che una volta entrate sparano simultaneamente, distruggendo il nucleo dell'angelo, che si trovava al centro del suo palato. È alto 317 metri.

Israfel[modifica | modifica wikitesto]

Il volto di Israfel assomiglia al Taijitu.

Israfel (in giapponese: イスラフェル, Isuraferu; in arabo: إسرافيل, Isrāfīl) è il settimo angelo. Il suo nome fa riferimento ad Isrāfīl. Nella cabala ebraica e nell'Islam è l'angelo della resurrezione e della musica e suonerà la tromba del giorno del giudizio. Israfel viene tagliato in due da Asuka, ma risorge e si separa in due corpi. L'angelo ha due nuclei. Israfel viene sconfitto da un attacco combinato di Shinji e Asuka, dopo un duro allenamento sulla sincronizzazione dei due Children. È alto 100 metri.

Sandalphon[modifica | modifica wikitesto]

Sandalphon (in giapponese: サンダルフォン, Sandarufon; in ebraico: סָנְדַלְפוֹן, Sānḏalfōn; in greco antico: Σανδαλφών ed in arabo: سندلفون, Sandalfūn) è l'ottavo angelo. Il suo nome significa "fratello" e simboleggia l'angelo dell'embrione. Si trova nella camera di magma del monte Asama in forma embrionale, e poi si evolve per assomigliare a un trilobite. Secondo alcune religioni, è l'angelo, nell'Islam, o un arcangelo, nel cristianesimo e nell'ebraismo, degli embrioni e dei bambini non nati. Viene sconfitto da Asuka. È alto 40 metri. Non appare nel manga.

Matarael[modifica | modifica wikitesto]

Occhio della Provvidenza.

Matarael (in giapponese: マトリエル, Matorieru; in ebraico: מטראל, Batârêl), o Matriel, è il nono angelo. Il suo nome significa "premonizione di Dio" e simboleggia l'angelo della pioggia, perché l'attacco di Matarael consiste nel far piovere un acido molto corrosivo. Sembra un gigantesco ragno, ma con quattro gambe invece di otto, e ha diversi occhi della provvidenza nel suo corpo, di cui solo quello inferiore è funzionale. Viene sconfitto da un attacco combinato delle unità 00, 01 02. È alto 1,4 chilometri. Poco resistente, una scarica prolungata di una mitragliatrice (modello gigante a misura di Eva) è sufficiente per ucciderlo. Non appare nel manga.

Sahaquiel[modifica | modifica wikitesto]

Sahaquiel (in giapponese: サハクィエル, Sahakwieru; in ebraico: סהקיאל) è il decimo angelo. Il suo nome significa "ingegno di Dio". Sahaquiel usa anche l'A.T. Field come attacco, estendendolo e distruggendo alcuni satelliti artificiali in orbita intorno alla Terra. Egli simboleggia l'angelo del cielo. Il suo corpo assomiglia a un enorme occhio e attacca staccando parti del suo corpo e lasciandole cadere sulla Terra come bombe. All'inizio, i suoi colpi sono lontani da Neo Tokyo-3, ma a poco a poco, riesce a correggere l'errore dovuto al vento e alla rotazione della Terra. Scende sulla sede della NERV, con l'intenzione di distruggerla, ma viene fermato dall'Eva-01 e 02. Infine, Asuka gli dà il colpo finale distruggendo il suo nucleo con il Progressive Knife. È alto diversi chilometri.

Iruel[modifica | modifica wikitesto]

Iruel (in giapponese: イロウル, Irōru) è l'undicesimo angelo. Il suo nome significa "terrore di Dio" e simboleggia l'angelo del terrore. Si tratta di una colonia di batteri che è entrata nella sede della NERV attraverso la corrosione delle pareti. Come altri angeli, Iruel è altamente adattabile al suo ambiente, infatti al suo arrivo alla NERV era debole all'ozono, ma dopo che il personale della NERV ha usato il gas per scacciarlo, Iruel si è adattato ed è diventato immune all'ozono. Ha poi trasformato la sua colonia batterica in circuiti elettromagnetici, hackerando il Magi System per avviare il processo di autodistruzione della NERV. Dopo aver preso con successo il controllo di due dei tre magi, il dottor Akari si è introdotto nel terzo computer, Casper, per accelerare il processo di devoluzione dell'angelo alla sua volontà e quindi sconfiggerlo. Non appare nel manga.

Leliel[modifica | modifica wikitesto]

L'ombra di Leliel.

Leliel (in giapponese: レリエル, Rerieru; in ebraico: ליליאל‎) è il dodicesimo angelo. Il suo nome significa "fauci di Dio". Ha un A.T. Field invertito che gli permette di assorbire nel suo corpo tutto ciò che entra in contatto con lui invece di respingerlo. La sua forma è molto insolita, è un cilindro di 680 m di diametro ma alto solo 3 nm, infatti il suo corpo viene scambiato per l'ombra di una grande sfera che galleggia nell'aria, quando in realtà la sua ombra è la sfera. Shinji entra in contatto con Leliel pensando di camminare sulla sua ombra e viene immerso in un'altra dimensione chiamata dal dottor Akagi Mare di Dirac, che è anche una teoria di Paul Dirac. Leliel simboleggia l'angelo della notte. Shinji, una volta dentro l'angelo, sperimenta una sottospecie di auto-psicoanalisi, che la Seele interpreta come il tentativo dell'angelo di prendere contatto con la psiche umana. Alla fine, l'Unità 01 distrugge il Mare di Dirac dall'interno, sconfiggendo l'angelo. Non appare nel manga.

Bardiel[modifica | modifica wikitesto]

Bardiel (in giapponese: バルディエル, Barudieru; in ebraico: ברדאל) è il tredicesimo angelo. Il suo nome significa "figlio umiliato di Dio" e simboleggia l'angelo della nebbia e del fulmine. Si nasconde tra le nuvole della tempesta mentre Eva-03 viene trasportato dagli Stati Uniti d'America al Giappone e infetta l'Evangelion. Il fatto che sia costretto a prendere possesso di una Eva e non possedere un corpo proprio si riferisce al significato del suo nome. Possedendo l'elemento S² come tutti gli altri angeli, riesce a mantenere attivo l'Eva-04 senza un cavo di alimentazione poiché gli Evangelion sono robot biologici e l'energia dell'elemento S² agisce anche su di loro dando energia al corpo biologico sotto la corazza. L'Eva-03 inizia a diventare ostile solo dopo la sua attivazione. Dentro c'è il Childrren Tōji Suzuhara, un compagno di classe di Shinji Ikari. Shinji, avendo intuito che all'interno dell'Eva-03 c'era un pilota come lui, si rifiuta di combattere e proprio allora, Gendō ordina l'attivazione del Dummy Plug, un'intelligenza artificiale che prende il controllo dell'Eva-01 e abbatte senza pietà Bardiel, quasi uccidendo Tōji.

Zeruel[modifica | modifica wikitesto]

Zeruel (in giapponese: ゼルエル, Zerueru) è il quattordicesimo angelo. Il suo significa "braccio di Dio" e simboleggia l'angelo della forza. Il suo A.T. Field è il più potente degli angeli, compreso Ramiel. Nonostante il suo nucleo esposto, è estremamente difficile da distruggere perché è protetto da una membrana corazzata che può chiudere o aprire a volontà. Ha delle braccia simili a carta, facendo un gioco di parole in giapponese, infatti "carta" e "Dio" si scrivono allo stesso modo: , Kami. È alto 40 metri.

Arael[modifica | modifica wikitesto]

Arael (in giapponese: アラエル, Araeru; in ebraico: אראל) è il quindicesimo angelo. Il suo nome significa "luce di Dio", riferendosi al suo corpo fatto di luce e simboleggia l'angelo degli uccelli. La sua forma assomiglia vagamente a quella di un uccello che tiene il suo nucleo con le gambe. Arael non arriva sulla Terra, ma attacca semplicemente la psiche di Asuka dall'orbita lunare. Rei tenta di sconfiggere Arael con il fucile a positroni che Shinji ha usato per sconfiggere Ramiel, ma il proiettile non riesce a distruggere l'A.T. Field del nemico a causa dell'enorme distanza, così Gendō ordina a Rei di prendere la lancia di Longinus dal petto di Lilith e lanciarla ad Arael. In questo modo, l'angelo viene ucciso, ma la lancia rimane conficatta sulla Luna. È alto 16 chilometri.

Armisael[modifica | modifica wikitesto]

La forma di Armisael assomiglia al DNA.

Armisael (in giapponese: アルミサエル, Arumisaeru; in ebraico: ערמיסאל) è il sedicesimo angelo. Il suo nome significa "monte del giuramento di Dio" e simboleggia l'angelo del grembo. Secondo il Talmud, invocare il nome di Armisael durante il parto allevia il dolore della donna. Infatti, in Neon Genesis Evangelion, Armisael cerca di raggiungere Rei per alleviare il suo dolore scatenato dalla contaminazione dell'angelo del suo Evangelion. Armisael ha la forma di una doppia elica, come il DNA, e quando cerca di unirsi a Eva-00, da quest'ultima esce una massa di materia organica che ha la forma di tutti gli altri angeli visti precedentemente nella serie. Il codice genetico di Armisael comprende quello di tutti gli altri angeli. Una volta che si unisce all'Eva-00, comincia a influenzare la psiche di Rei e porta la ragazza alla decisione di attivare l'autodistruzione per salvare Shinji dall'attacco dell'angelo. In questa battaglia, Rei Ayanami muore. È alto 40 metri.

Tabris[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Kaworu Nagisa.

Cosplay di Kaworu Nagisa.

Tabris (in giapponese: タブリス, Taburisu), meglio conosciuto come Kaworu Nagisa (giapponese: 渚 カヲル), è l'ultimo angelo. È l'unico angelo ad avere un corpo umano. Per qualche tempo è il pilota dell'Eva-00 al posto di Rei. Cerca di liberare Adam, ma trova invece Lilith. Sarà ucciso da Shinji dopo una lunga esitazione. È alto 1,50 metri. È doppiato in italiano da Massimiliano Alto, David Chevalier e Gabriele Patriarca, mentre in giapponese da Akira Ishida.

Rebuild of Evangelion[modifica | modifica wikitesto]

Nella tetralogia Rebuild of Evangelion, gli angeli sono stati realizzati con modelli tridimensionali. Quando gli angeli vengono uccisi, appare un arcobaleno. Questo si riferisce a un passaggio biblico della Genesi.

Terzo angelo[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo angelo (in giapponese: 第3の使徒, Dai 3 no shito) ha la forma dello scheletro di un serpente o di un drago. Ha quattro arti per camminare e una Entry Plug. Usa dei raggi di luce per attaccare. È stato trovato in Antartide ed è stato sezionato dalla NERV per della ricerca scientifica. È stato sconfitto dall'Unità 05 nella base di Betania. Inizialmente, l'angelo avrebbe dovuto sputare acido, ispirandosi a Stegon, un mostro di Ultraman, ma questa capacità è stata tolta da Anno. Hideaki ha chiesto a Mohiro Kitō di ridefinire l'aspetto fisico dell'angelo.

Settimo angelo[modifica | modifica wikitesto]

Il settimo angelo (in giapponese: 第7の使徒, Dai 7 no shito) è un angelo che assomiglia a un orologio a pendolo, ha una testa simile a quella di Sachiel. Ha un nucleo falso, che pende all'esterno, mentre il suo vero nucleo è ben nascosto all'interno del suo corpo. Si muove meccanicamente come le lancette di un orologio. Quando si muove, congela l'acqua del mare e la usa per sconfiggere i suoi nemici. Viene sconfitto da Eva-02. Assume il ruolo di Gaghiel nella serie originale. Il suo design è stato creato da Daizen Komatsuda. Il volto è stato disegnato da Shigeto Koyama, mentre il corpo è stato creato da Anno, e fa riferimento all'edificio Toshiba IHI di Osaka.

Dodicesimo angelo[modifica | modifica wikitesto]

Il dodicesimo angelo (in giapponese: 第12の使徒, Dai 12 no shito) è un angelo apparso in Evangelion: 3.0 You Can (Not) Redo. Ha la forma di fili neri che escono dal Mark.06. Viene divorato dall'Eva-13.



VikidiaLogo(cropped).png
VikidiaLogo(cropped).png
Questa voce è stata eletta Voce in evidenza il 15 luglio 2021